Vai alla homepage di www.kucinare.it Ricette

cerca


community

Login
Gli utenti di Kucinare.it

Forum

La mia pagina
Invia ricetta
Invia articolo
Netiquette
Registrati

Il ricettario

Le ricette preferite

Gli articoli

Link
Contattaci
home

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.

Decorazioni con frutta e verdura
30/05/2007

91797 click
Piccoli spunti per rendere più sempre più piacevoli le nostre pietanze
In cucina un cattivo piatto, comunque lo si presenti rimarrà un cattivo piatto; al contrario un buon piatto, che vale già da solo, che ha "sostanza", non può che essere esaltato da una bella presentazione che soddisfi anche la vista oltre che il gusto e l'olfatto. Non servono chissà quali tecniche, serve solo attenzione ai particolari e tanta tanta fantasia. Ad esempio prestare attenzione all'accostamento cromatico e alla disposizione nel piatto non porta via troppo tempo ma dà un'aria diversa alla preparazione.
Se invece si vuole osare un po' di più si può ricorrere a vere e proprie decorazioni:
- con creme, salse, cioccolato, coulis...
- con piccoli "oggetti" di marzapane, cioccolato plastico, pasta di pane o altri materiali lavorabili e commestibili
- con frutta e verdura

Proprio di quest'ultimo gruppo vorrei raccontarvi qualcosa, sperando di farvi cosa gradita

Consigli preliminari
- la frutta e la verdura devono essere belli sodi;
- è meglio tenere del limone a portata di mano per la frutta e la verdura che una volta aperti tendono ad annerire;
- è bene preparare una ciotola con acqua e ghiaccio perchè aiuta alcuni ortaggi ad "aprirsi" e altri a mantenersi belli turgidi
- bisogna armarsi di pazienza: deve essere un divertimento ma gli errori sono da mettere in conto, ma non preoccupatevi: la frutta sbagliata può diventare un'ottima macedonia e la verdura un ottimo minestrone!!

Attrezzature
In commercio esistono meravigliosi kit per la decorazione: per iniziare non sono assolutamente necessari, basta utilizzare la normale attrezzatura da cucina (coltelli ben affilati, pelapatate, cucchiai, forbici, stampi per biscotti, stuzzicadenti...).
Quando poi sarete bravissime allora kit e libri di decorazioni faranno al caso vostro!!

Cominciamo con qualche esempio ma, ripeto, lasciate andare la fantasia!!

Rose rosse
Prendete un pomodoro e con il pelapatate ricavate una buccia sottile e lunga il più possibile.

buccia_pomodoro.JPG

Prendete un estremo e cominciate ad arrotolare la buccia su se stessa fino alla grandezza desiderata; a questo punto quelli bravi la prendono e al appoggiano nel piatto, io prendo uno stuzzicadenti e la fermo facendolo passare da parte a parte; poi con la forbice taglio la buccia in eccesso e le punte dello stuzzicadenti.

rosa_pomodoro.JPG

Foglie
Per realizzare le foglie si può ricorre a quelle che madre natura ci regala come quelle del sedano o del prezzemolo (meglio quelle più grosse) oppure possiamo farcele da noi.
Per le foglie di sedano e prezzemolo consiglio di metterle un po' in acqua e ghiaccio per farle rimanere belle verdi e rigide e asciugarle bene prima di disporle nel piatto.

Vediamo due tipi di foglie:
1) Prendete una zucchina o un cetriolo e tagliate delle fettine ovali di buccia; mettetele con la parte scura appoggiata al tagliere e la parte chiara verso l'alto; con il dorso del coltello incidete le venature.

foglie_zucchina.JPG

rosa_foglie.JPG

2) Prendete dei fagioli piattoni verdi (i più larghi che avete) e tagliateli in obliquo formando dei pezzi simili a parallelogrammi
(non ho la foto singola, vi faccio vedere come li ho usati insieme al cipollotto, spero si capisca)

fire_cipollotto.JPG

Fiori di carota
Pelate una carota con il pelapatate; tenete la carota con la mano sinistra con la parte del ciuffo verso di voi e con la destra incidete la carota con un coltello appuntito: il coltello deve penetrare fino al centro della carota, ma non oltre.

fiore_carota1.JPG

Ruotate un pochino la carota e ripetete l'incisione (se si guarda la foto con attenzione si vede che c'è già un'incisione)

fiore_carota2.JPG

Procedete fino a tornare al punto di partenza; prendete con una mano la parte superiore della carota e con l'altra quella inferiore: ruotatele in senso opposto: il fiore dovrebbe staccarsi da solo (se non lo fa, ripassate le incisioni facendole più profonde). A questo punto non spaventatevi se il fiore non è ben definito, prendete il coltello e rifinite bene i bordi dei fiori (è normale che non siano belli rotondeggianti)

fiore_carota3.JPGfiore_carota4.JPG

Nella seconda foto potete vedere il fiore finito: è bene mettere al centro un tondino ricavato da un'altra verdura scura (melanzana, zucchina, olive nere...) per fare risaltare il fiore.
Per farne altri basta riprendere la carota e ricominciare (eventualmente "rifacendo la punta" alla carota con il pelapatate)

Fiore con il cipollotto
Prendete un cipollotto fresco e tagliatelo conservando solo la parte bianca. Appoggiate il cipollotto sulla sua base e con un coltello ben affilato tagliatelo in quattro spicchi e poi in otto: fate attenzione a non incidere il cipollotto fino in fondo, deve rimanere una parte alla base non tagliata per tenere insieme i "petali". Mettetelo in acqua e ghiacchio perché si apra. Se mettete del colorante nell'acqua il fiore prenderà una leggera sfumatura colorata. Si può usare così oppure infilarlo su uno spiedino di legno con delle foglie e infilzarlo su una base (nel mio caso, per farvelo vedere ho usato un bicchierino con della farina gialla per polenta. Non riporto la foto perché è la stessa di prima).

Fiore di rapanello
Prendete un rapanello, tenetelo con le foglie verso il basso e la radichetta verso l'alto, con un coltellino affilato tagliate delle strisce di buccia partendo dall'alto verso il basso stando attenti a non arrivare fino alla base, altrimenti si rompe. Mettetelo in acqua e ghiacchio: si aprità come un fiore. Se vi servono mantenete le foglie, altrimenti tagliatele. Anche in questo caso si posso appoggiare sul piatto o infilare su degli spiedini. (al momento non ho una foto,la metterò al più presto)

Farfalla di mela
Questa è una decorazione velocissima che necessita di essere appoggiata su una superficie piana.
Prendete una mela (prefibilmente rossa) e tagliatela a metà, mettetene una metà con la parte tagliata sul tagliere; tagliate due fette (perpendicolarmente alla direzione del torsolo). Incidete la parte senza buccia delle fettine in modo da creare la separzione a metà dell'ala. Da un pezzo di buccia ricavate una V per le antenne; passate mezzo limone su tutta la superficie e accostate i pezzi come in foto.

farfalla_mela.JPG

Coppa di pera
Prendete una pera, con una mano tenete fermo il frutto con il picciolo rivolto verso il basso, infilate un cucchiaino come in foto e spingetelo abbastanza in profondità.

pera1.JPG

Girate un pochino la pera e ripetete l'operazione, continuate fino a ritornare al punto di partenza. Ora con una mano prendete la parte superiore della pera, con l'altra quella inferiore e ruotatele in senso opposto: le due parti dovrebbero staccarsi da sole (nel caso riprendete i cucchiaino e affondatetelo un po' di più nel frutto. La parte di pera con il picciolo dovrebbe uscire così

pera2.JPG

pera3.JPG

Se volete usarla come elemento decorativo e basta mettete qualcosa di scuro al centro (come una grossa mora per esempio). Altrimenti si può usare come coppetta (ad esempio per un sorbetto o un gelato); in questo caso è bene scavarla un po' con il cucchiaino. Si può lasciare con il picciolo oppure tagliarlo creando una base d'appoggio. In ogni caso è bene passarci sopra mezzo limone per evitare che annerisca.

"Dobloni"
Quest'idea si può realizzare anche per decorare delle tartine e si possono utilizzare frutta, verdura (sia cotta che cruda) o formaggi e salumi (ad esempio prosciutto cotto e mozzarella)
Servono degli stampini di forme diverse molto piccoli (per intenderci, devono avere diametro inferiore a quelli di una rondella di carota).

dobloni_verdura.JPG

In questo caso ho usato la verdura: carote, zucchine, pomodori e piattoni (gli scarti dei miei esperimenti...): basta tagliare a raondelle e quadratini le verdure, poi ricavere delle formine con gli stampini e "scambiarli".

A tutto ciò si aggiungono i bastoncini (ricavati tagliando sottilmente gambi di sedano, carote e la parte verde delle zucchine) e i "fili" (ottenuti con normale rigalimoni) che vanno benissimo per fare da base alle decorazioni presentate.

Per ora è tutto, spero di esservi stata utile e di non avervi annoiato. Se vorrete vi racconterò altri esperimenti, ma soprattutto VOI raccontatemi i vostri!!
In conformità alle leggi sul diritto d'autore per opere collettive (*), una volta pubblicato, l'articolo resta nel sito www.kucinare.it anche nel caso di cancellazione o disattivazione dell'account.
(*)  Legge del 22 aprile 1941 n° 633. Cfr anche Il diritto d'autore in internet.

archivio articoli

 
Questo sito utilizza cookie tecnici per fornire i propri servizi. Continuando la navigazione,si acconsente al loro utilizzo.
In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookie cambiando le impostazioni del proprio browser oppure abbandonando il sito.
Chiudi